Sezione : Pietrelcina

La torretta

Poco distante dalla casa natale di Padre Pio, sulla sommità dei resti dell’antico castello baronale, si trova la “Torretta”. Una piccola stanza, costruita sulla roccia cui si accede con una ripida scalinata. Questa stanzetta accolse Padre Pio tra il 1909 e il 1912, anni difficili di malattia che lo tennero lontano dal convento, e durante i quali non poté essere...
Leggi tutto →
Tra il 1910 e il 1912, quando l`estrema sofferenza fisica non gli permise l`accesso alla “Torretta”, Padre Pio si trasferì nella vicina abitazione del fratello Michele in Via Santa Maria degli Angeli n.44. Una casetta decorosa formata da tre vani, dove Padre Pio visse fino al 17 febbraio 1916. La stessa casa ospiterà Mary Pyle, figlia spirituale di Padre Pio,...
Leggi tutto →
La casa ove nacque Francesco è quella paterna di zì Grazio e si trova al civico 27 di Vico Storto Valle: un solo vano, cui si accede per tre gradini esterni, a destra a chi entra, un tavolino da notte ed un letto a due piazze, sostenuto da correnti in ferro battuto e da piedi di ferro; di faccia alla...
Leggi tutto →
Nella chiesa conventuale della “Sacra Famiglia” dal 25 maggio 2010 è possibile pregare davanti al prezioso Reliquiario realizzato dallo scultore-orafo, il maestro Lineo Tabarin. Il tempietto custodisce l’unica Reliquia del corpo di Padre Pio conservata in un posto diverso da San Giovanni Rotondo: l’osso Ioide. Un osso a forma di U che si trova alla base della lingua, non connesso...
Leggi tutto →
Costruita sul punto più alto del rione “Castello”, la chiesa a due navate risale al XIII secolo. Dietro l’altare maggiore si ammira una tela del ‘600 raffigurante la Madonna di Loreto; nella navata minore vi sono piccole nicchie con statue settecentesche raffiguranti: l`Assunta, l`Incoronata e Santa Rosa. Sempre nella navata minore vi è l’altare dedicato a Sant`Anna, dove sono conservate...
Leggi tutto →
La storia della costruzione del convento è avvolta da una “profezia”. In una delle solite passeggiate serotine, attorniato da seminaristi e da un giovane cappuccino, l`arciprete don Salvatore Pannullo, che di solito – racconta un testimone oculare – Sentiva più i discorsetti di Forgione, ci fé fermare improvvisamente e ci invitò a zittire e a sentire Forgione. Sentiva un coro...
Leggi tutto →
Piana Romana ancora oggi è un angolo di paradiso appena fuori Pietrelcina. Qui, sopra una collina ricca di messi e di vecchi olmi, vi è l’umile cascinale dove la famiglia di Francesco passava i mesi dei lavori campestri. Nella masseria, costituita da uno stanzone di pietra, senza intonaco, né pavimento, con un focolare e un soppalco, dove veniva conservato il...
Leggi tutto →
“Quella capannuccia per me era diventata una vera chiesetta”, dirà più tardi Padre Pio. Proprio nel luogo dov`era la capannuccia, Mercurio Scocca, amico d`infanzia di Padre Pio, che abitava nella grande masseria accanto alla sua a Piana Romana, nel 1958 fece iniziare i lavori per la costruzione di una chiesetta dedicata a San Francesco d`Assisi. Ora un viale ombreggiato dai...
Leggi tutto →
Santa Maria degli Angeli, oggi Chiesa Madre di Pietrelcina, conserva la statua lignea policroma di scuola napoletana della fine del 600 raffigurante la Madonna della Libera, patrona di Pietrelcina, che Padre Pio chiama affettuosamente “la Madonnella nostra”. In questa chiesa fra Pio iniziò, il suo apostolato, e, ottenuto il diaconato, nel 1909 amministrò il primo battesimo ad un bambino che...
Leggi tutto →
Pietrelcina è un piccolo e pittoresco paese fatto da ampi viali, villette graziose, giardini ben curati, gli antichi segni delle sue remote origini, e dei luoghi che ricordano la nascita e la vita del Santo Frate. Un`antica porta ricorda le origini baronali del paese, a lato l`arco della Madonna: tre maioliche raffiguranti con artistica ingenuità San Michele, l`Incoronata e Sant`Antonio....
Leggi tutto →
Close
Clicca "Mi piace"
alla nostra pagina Facebook